giovedì 11 ottobre 2007

Resident evil - Extinction

Anno: 2007
Regia: Russell Mulcahy
Distribuzione: Sony Pictures

Dopo gli avvenimenti del secondo episodio la Terra è ridotta ad un immenso deserto arido e privo di vita. Le città sono state invase da migliaia di zombie che hanno portato ovunque morte e distruzione. I pochi umani sopravvissuti si sono uniti in gruppi di automobilisti che si muovono in continuazione da una città ad un altra, in cerca di un posto sicuro. Tra questi c'è Alice, ragazza nel cui sangue scorre l'antidoto per contrastare il virus che si è diffuso sulla Terra...

“Resident evil” giunge al terzo episodio proponendo una pellicola a metà strada tra “Il giorno degli zombie” di Romero (cui pare saccheggiare varie idee) e “Mad Max - Oltre la sfera del tuono” (da cui trae ispirazione per le location). “Resident evil – Extinction”, diretto dallo storico regista del primo “Highlander” Russell Mulcahy, è un pasticcio confuso di sparatorie e scene splatter che risultano piuttosto volgari nella loro inutilità. La pellicola, infatti, non fa altro che proporre lunghe sequenze di combattimenti contro zombie, cani e corvi mutanti, rinunciando ad intrecci narrativi e a possibili critiche sociali (presenti invece nei vari videogame da cui questa saga trae ispirazione). Gli stessi combattimenti, inoltre, risultano piuttosto confusi, e della ricercata estetica del videogame non rimane altro che sangue e soggettive instabili.

Milla Jovovich combatte e si dà da fare più che può per rendere avvincente la trama e risultare nel contempo credibile. Il risultato, come già accennato, è un seguito senza troppe pretese con l’aggravante di aver perso per strada le ispirazioni originali.

Diego Altobelli (10/2007)
estratto da http://www.tempimoderni.com/db/dbfilm/film.php?id=1746

3 commenti:

patrizia ha detto...

complimenti per il blog veramente interessante,ci sono arrivata tramite il blog di gaetano. Continuero' a leggerti!

cri ha detto...

mi associo, ringraziero' gae

Diego Altobelli ha detto...

grazie mille!